Dritte utili per la pulizia del soffione della doccia

Come disostruire il soffione della doccia e migliorarne il getto

La corretta manutenzione e pulizia del soffione della doccia impedirà al calcare di ostruire i condotti e di interferire con il getto d’acqua. 

Lasciar passare il tempo senza intervenire comporterà l’accumulo dei depositi minerali. Ergo, il compito diverrà sempre più difficile. Dunque, l’ideale sarebbe occuparsene abbastanza di frequente, almeno una volta alla settimana.

Ma se il danno ormai è fatto? Prima di contattare un idraulico, prova ad applicare alcuni metodi casalinghi, che possono comportare un significativo risparmio. 

Pulizia soffione doccia: consigli per le teste fisse e rimovibili

Primo piano soffione doccia

Ci sono teste fisse o rimovibili. Ovviamente, l’impossibilità di togliere la testa complicherà le operazioni, comunque fattibili. Per un trattamento efficace procurati:

  • un sacchetto di plastica senza fori;
  • 1⁄2 tazza di aceto bianco (125 ml).

La miscela sarà pronta in meno di due minuti. Devi solo scaldare un po’ mezza tazza di aceto bianco nel microonde. Mettilo poi nel sacchetto di plastica e, con grande cura, lega il contenitore al diffusore della doccia. Assicurati che sia ben immerso.

La mattina successiva, o quantomeno lasciate passare tra le 8 e le 10 ore, rimuovi il sacchetto, apri l’acqua e falla scorrere bene, così da rimuovere il calcare che si sarà sciolto.  

Preferisci qualcosa di più rapido? Utilizza: 

  • 1 ago;
  • 1⁄2 tazza di aceto bianco (125 ml).
Getto d'acqua

Rimuovi il diffusore della doccia. Dai qualche piccolo colpetto alla testa affinché lo strato superficiale di ossido di calcio finisca per staccarsi. Dunque, aziona il rubinetto in cucina o in bagno e colloca la parte interna del diffusore sott’acqua, affinché il residuo venga rimosso o quantomeno si ammorbidisca.

Scalda l’aceto bianco. Intanto, fai passare l’ago nei forellini. Dopodiché, immergilo nella tazza di aceto. Fai riposare per un paio d’ore, risciacqua e rimonta. 

Soffione

E se il calcare è ostinato? In tal caso, hai bisogno di:

  • 1 tazza di acqua calda (250 ml);
  • 1⁄2 tazza di aceto bianco (125 ml);
  • il succo di 1 limone;
  • 1 spazzolino da denti.

Scuoti lo spruzzino e risciacqua. Scalda l’acqua e aggiungi sia l’aceto bianco sia il succo di limone. Immergilo nel composto e lascia in ammollo per un’ora. Con l’aiuto dello spazzolino da denti, sfrega in modo vigoroso per togliere eventuali residui di calcare, che si sarà nel frattempo ammorbidito.  

Articoli correlati